Ultima modifica: 8 gennaio 2019
IC Settimo Milanese > La Scuola > Sedi e Plessi > Scuola dell’Infanzia

Scuola dell’Infanzia

Scuola dell’infanzia di Settimo Milanese
Via Buozzi, 5 – Tel. 02.33500844

Si prega di consultare l’apposito sito dedicato alla scuola dell’infanzia di Settimo Milanese, al seguente link:

https://scuolainfanziasettimomilanese.wordpress.com/

Scuola dell’infanzia di Seguro
Piazza Don Milani, 2 – Tel. 02.33514841


L’Organizzazione

Le sezioni funzionano secondo la tipologia “mista”. Tale scelta è motivata dalla valutazione positiva dell’interazione fra bambini di età diversa: essa consente di allargare le esperienze e di ampliare le opportunità di scambio, di confronto e di arricchimento.

Oltre alle attività educativo-didattiche a livello sezionale, si hanno attività inter-sezionale ed attività nei centri di esperienza. Tali attività consentono una attenzione alle esigenze specifiche delle diverse età, una fruizione articolata delle opportunità ed una realizzazione di obiettivi finalizzati.

Le attività delle sezioni avranno la durata di 40 ore settimanali, ivi compreso il tempo mensa, ripartite in cinque giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 16. Gli insegnanti contitolari garantiranno l’assistenza educativa durante il tempo dedicato alla mensa.

Viene, inoltre, attivato il servizio di prolungamento orario sino alla 9^ e/o alla 10^ ora, su domanda delle famiglie.

Il curricolo

Nella scuola dell’infanzia il curricolo è composto da una parte nazionale e da una parte locale autonomamente scelta dalla scuola.

Il curricolo nazionale

E’ costituito dalle attività nei diversi campi di esperienza (ambiti del fare e dell’agire del bambino):

  • Il sé e l’altro
  • Corpo, movimento, salute
  • Fruizione e produzione di messaggi
  • Esplorare, conoscere e progettare

Alle attività nei diversi campi si aggiunge l’attività di religione cattolica (o attività alternative).
In considerazione della situazione di eterogeneità delle sezioni i tempi di attività nei singoli campi sono definiti in sede di programmazione specifica e, comunque, secondo criterio di flessibilità e di pari dignità dei campi. Le attività nei diversi campi sono svolte secondo le seguenti modalità:

  • attività di sezione (sia a gruppi omogenei, sia a gruppi eterogenei d’età);
  • centri di esperienza (a gruppo omogeneo d’età) relativi alle aree di logica, linguistica, attività creative, attività psicomotoria, gioco simbolico e drammatizzazione.

Centri di esperienza

Il progetto dei centri di esperienza è un momento forte di attività per età omogenea, favorendo la socializzazione fra bambini della stessa età, ma di diverse sezioni, e sviluppando percorsi mirati, nell’ambito dei campi d’esperienza, sui bisogni e sugli interessi delle diverse fasce d’età. All’interno del campo di esperienza ” il corpo e il movimento” è sviluppato il progetto di attività motoria. Il progetto si fonda sul riconoscimento del valore educativo dell’attività motoria, essenziale per una completa formazione del bambino. Con l’ausilio di specialisti,  tutti gli alunni di 4 anni hanno la possibilità di affrontare e vivere diverse esperienze dipsicomotricità.

Il curricolo locale

La quota oraria obbligatoria del curricolo riservata alle singole istituzioni scolastiche viene utilizzata per:

Formazione alla cittadinanza e di valorizzazione delle differenze

Percorsi interdisciplinari di formazione alla cittadinanza e di valorizzazione delle differenze, attuando strategie di apprendimento progressivo ed attività ricorsive, inserendo specifici obiettivi di apprendimento, quali:

  • essere sensibili alle esigenze della vita sociale comunitaria;
  • acquisire la consapevolezza della pari dignità sociale e della eguaglianza di tutti;
  • iniziarsi a comportamenti mentali e pratici di autonomia di giudizio, di responsabilità e di decisione;
  • acquisire consapevolezza e competenza pratica nel campo della solidarietà;
  • affinare la sensibilità alle diversità e alle differenze
  • acquisire atteggiamenti di confronto costruttivo con persone, popoli e altre culture;
  • essere sensibili ai problemi della salute, della prevenzione,  dell’igiene personale, del rispetto dell’ambiente naturale, del corretto atteggiamento verso gli esseri viventi, della conservazione di strutture e servizi di pubblica utilità.

Intercultura

Il progetto interculturale si propone, attraverso racconti, leggende, immagini, musiche e filmati di popoli che vivono in altre aree del nostro pianeta, di avvicinare gli alunni

  • alla conoscenza di una cultura diversa dalla nostra e ad apprezzarla
  • alla valorizzazione della differenza

Il quadro orario (quote orarie annuali)

Curricolo nazionale Il sé e l’altro
Corpo, movimento, salute
Fruizione e produzione di messaggi 1138
Esplorare, conoscere e progettare
Attività di religione cattolica (o attività alternative). 52
Curricolo locale Ed. alla cittadinanza e valorizzazione delle differenze 210
Intercultura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi